Lunarossa, latore dei Monti Picentini

Ultimamente per motivi lavorativi ho visitato, a cavallo tra le province di Avellino e Salerno, una realtà molto affascinante, quella dei Monti Picentini. Complessa e articolata catena montuosa, decentrata verso il Tirreno rispetto all’asse appenninico, con aspre creste rocciose, che raggiunge i 1800 m. sul Monte Cervialto. Di natura calcarea e dolomitica il Polveracchio, l’Acellica, il Mai, il Terminio e gli altri del gruppo dei Picentini, sono ricoperti da boschi, separati da ampie valli, circondati da un dolce territorio collinare e caratterizzati da profonde gole, sorgenti e numerose grotte. Antichi luoghi di culto, castelli medioevali, ruderi sparsi e le numerose aree archeologiche testimoniano le antiche frequentazioni dell’area.

In questa cornice nasce Lunarossavini piccola cantina campana che, unendo la fedeltà alla tradizione a un’inesausta e innovativa voglia di sperimentare, sta facendo conoscere al mondo, tramite i suoi notevoli vini, il grande terroir di questa regione. Come si legge sulla pagina Facebook dell’Azienda, Lunarossavini crea le condizioni per un determinismo specifico, dove sentimenti ed esigenze, vestite da ciò che il contesto può offrire, qualificano (appunto) la produzione. Da un lato, la ferma volontà di preservare il passato, le tradizioni e l’anima ancestrale; dall’altro, un dinamismo figlio della volontà di progredire verso il futuro, sapendo che non esiste progresso senza una tradizione da cui partire. Recuperare e preservare la vitivinicoltura dell’areale, studiando e ricercando vigneti e vitigni in via d’estinzione, abbinando questi ultimi alle più vocate espressioni campane direttamente o aiutando giovani vignaioli a prendersene cura, al fine di generare enoiche alchimie che sappiano sorprendere ed appagare i sensi, coniugando il sentimento ancestrale ad un apomorfo progredire. “Giovani nella mente, dal cuore antico”.

Pubblicato da Niccolò Marco Mancini

Abruzzese classe ’91. Dottore Agronomo e Forestale formato e abilitato presso l’Università Degli Studi di Firenze. Appassionato del mondo del vino in tutti i suoi aspetti. Collabora con il sito Agraria.org e la rivista TerrAmica per la redazione di articoli divulgativi. Ormai da diversi anni giornalista freelance in eventi, fiere, anteprime, presentazioni e mostre in tutta Italia per raccontare e divulgare notizie e storie inerenti al vino, cantine, aziende e produttori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: