Remuage, cos’è

Termine francese che indica l’operazione di scuotimento e capovolgimento delle bottiglie dei vini fatti secondo il metodo champenois.

Il remuage è la prima operazione che viene condotta dopo il periodo di riposo del vino sui lieviti di fermentazione. Le bottiglie poste in orizzontale contengono diversi residui solidi che dovranno essere eliminati. Un tempo, ma in alcuni casi anche oggi, le bottiglie venivano poste su dei cavalletti in legno particolari chiamati pupitre dove era possibile dare un’inclinazione obliqua alle bottiglie in modo che le fecce di fermentazione potessero scendere all’interno della bidule (cilindro di plastica posto sotto il tappo). Per consentire ai residui solidi di scendere velocemente verso il tappo ogni bottiglia veniva agitata e scossa manualmente e ad ogni passaggio veniva incrementata la sua pendenza obliqua. Dopo alcuni passaggi le bottiglie si trovavano in posizione verticale. Oggi molti produttori sono passati a delle soluzioni più veloci ed efficaci utilizzando delle giro palette che consentono di automatizzare questo processo.
Le bottiglie dopo il remuage, vengono conservate per qualche tempo (da 1 mese a qualche anno a seconda dei casi) in posizione verticale e successivamente passano alla sboccatura.

Di seguito riporto la definizione della Treccani:
Nella preparazione degli champagne, e in genere dei vini spumanti prodotti con il metodo champenois, particolare operazione (fr. «scuotimento») eseguita da operai specializzati e consistente nel disporre le bottiglie capovolte in apposite rastrelliere in modo che i depositi fecciosi, originatisi in seguito alla fermentazione, si raccolgano nel collo per essere facilmente eliminati stappando rapidamente la bottiglia; il processo si perfeziona rabboccando la bottiglia con vecchio vino di champagne misto a zucchero di canna, che permette anche di dare al contenuto il gusto desiderato (dosaggio); si procede quindi alla definitiva tappatura.”

Pubblicato da Niccolò Marco Mancini

Abruzzese classe ’91. Dottore Agronomo e Forestale formato e abilitato presso l’Università Degli Studi di Firenze. Appassionato del mondo del vino in tutti i suoi aspetti. Collabora con il sito Agraria.org e la rivista TerrAmica per la redazione di articoli divulgativi. Ormai da diversi anni giornalista freelance in eventi, fiere, anteprime, presentazioni e mostre in tutta Italia per raccontare e divulgare notizie e storie inerenti al vino, cantine, aziende e produttori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: